Addio a Michel Piccoli, grande attore francese protagonista di Habemus Papam

Nel corso della sua spettacolare carriera era stato diretto da numerosi maestri, da Godard a Hitchcock e Bellocchio

Se n'è andato uno dei più grandi interpreti del cinema francese, ed europeo in generale. Ci ha lasciati all'età di 94 anni Michel Piccoli.

Nato nel 1925 a Parigi in una famiglia di musicisti, metà italiana e metà francese, con lontane origini ticinesi, ha esordito al cinema nel 1945 in Silenziosa minaccia. La grande popolarità è arrivata a partire dagli anni '60 grazie a Il disprezzo, pellicola diretta da Jean-Luc Godard tratta dall'omonimo romanzo di Alberto Moravia e recitata al fianco del sex symbol Brigitte Bardot.

Nel corso della sua vasta e straordinaria carriera è stato diretto da numerosi registi di prestigio. Oltre a Godard citiamo anche Jean Renoir, Luis Buñuel, Costa-Gavras, Roger Vadim, Agnès Varda, Mario Bava, Marco Ferreri, Alfred Hitchcock, Claude Sautet, Elio Petri, Ettore Scola, Leos Carax, Sergio Castellitto e Manoel de Oliveira. Tanto per dirne alcuni. Oltre a Marco Bellocchio: per il suo Salto nel vuoto ottenne il premio per la migliore interpretazione maschile al Festival di Cannes 1980.

Tra i suoi altri ruoli più celebri e premiati vi è poi quello del cardinale Melville, il papa in crisi protagonista di Habemus Papam. Per la sua splendida interpretazione nel film di Nanni Moretti ha vinto il David di Donatello 2012 come migliore attore protagonista.

La notizia della sua morte, avvenuta lo scorso 12 maggio, è stata resa nota soltanto ora da Gilles Jacob, amico dell'attore ed ex presidente del Festival di Cannes, che attraverso una nota della famiglia trasmessa all'agenzia France-Presse fa sapere: “Michel Piccoli si è spento il 12 maggio tra le braccia della moglie Ludivine e dei suoi giovani figli Inord e Missia, in seguito a un incidente cerebrale”.

PH: Getty Images