Kate Winslet rimpiange di aver lavorato con Woody Allen e Roman Polanski

“Mi prendo la responsabilità di aver lavorato con entrambi. Non posso tornare indietro. Sono presa dal rimorso, ma almeno posso parlarne con sincerità.”

Kate Winslet ha un rimpianto, anzi due. La star di Titanic si è pentita di aver lavorato con Woody Allen e Roman Polanski, i due controversi registi travolti in passato da scandali sessuali.

La Winslet ha recitato per Woody Allen, accusato di abusi dalla figlia adottiva Dylan, in occasione de La ruota delle meraviglie, pellicola del 2017. Nel 2011 era invece stata nel cast di Carnage, film diretto da Roman Polanski, che negli anni '70 è stato condannato per lo stupro di una ragazzina di 13 anni.

Intervistata da Vanity Fair USA in occasione del lancio del suo nuovo film Ammonite, Kate Winslet ha dichiarato: “Voglio dire, come ca##o ho potuto lavorare con Woody Allen e Roman Polanski? Per me è incredibile che quegli uomini siano tenuti in considerazione nell'industria del cinema e per tutto questo tempo. È fo##utamente vergognoso. E mi prendo la responsabilità di aver lavorato con entrambi. Non posso tornare indietro. Sono presa dal rimorso, ma almeno posso parlarne con sincerità”.

Parlando di Ammonite, che racconta la storia d'amore tra due donne, l'attrice 44enne ha aggiunto: “Ammonite mi ha reso davvero consapevole di essere ancora più impegnata a onorare ciò che le donne vogliono dire per se stesse nei film e come vogliamo essere rappresentate, indipendentemente dall’orientamento sessuale. Perché la vita è fo##utamente breve e mi piacerebbe fare del mio meglio quando si tratta di dare il buon esempio alle donne più giovani. Stiamo offrendo loro un mondo piuttosto incasinato, quindi mi piacerebbe fare la mia parte nell’avere una certa integrità”.

PH: Getty Images