James Dean “torna in vita” in un nuovo film con la computer grafica

L'attore comparirà sotto forma di ologramma in Finding Jack, pellicola sulla guerra del Vietnam

James Dean sarà il protagonista di un nuovo film.


No, non siamo impazziti e non stiamo nemmeno parlando di un suo omonimo. Ci riferiamo proprio a “quel” James Dean. L'iconico protagonista di Gioventù bruciata scomparso nel 1955 all'età di 24 anni e che ha avuto due nomination agli Oscar postume per La valle dell'Eden e Il gigante.


Com'è possibile una cosa del genere? James Dean sarà “resuscitato” dalla computer grafica, sotto forma di ologramma realizzato con l'uso di una nuova tecnologia digitale chiamata Full CGI.

La leggenda cinematografica tornerà nei cinema in Finding Jack, una pellicola ambientata nel corso della guerra del Vietnam, tratta dall'omonimo libro di Gareth Crocker e annunciata in uscita nel 2020. La famiglia di James Dean si è dichiarata d'accordo con questa operazione, che è comunque destinata a far discutere parecchio.

In proposito Mark Roesler, amministratore delegato di CMG Worldwide e agente commerciale della famiglia Dean, ha detto: “Con l'evoluzione delle tecnologie questa è una nuova frontiera da esplorare per tanti dei nostri clienti che non sono più con noi”.

Il produttore del film Anton Ernst che, insieme a Tati Golykh, si occuperà pure della regia del lavoro, ha invece fatto sapere: “Siamo onorati che la famiglia abbia deciso di supportare la nostra idea e faremo tutto ciò che possiamo perché l'eredità di una delle più grandi star di sempre resti intatta. La sua famiglia considera questo il suo quarto film, il film che non ha mai potuto fare. Non abbiamo alcuna intenzione di deludere i suoi fan”.

Cosa ne pensi di questo annunciato e clamoroso ritorno sul grande schermo?

PH: Getty Images