Ritorno al futuro: nel copione originale la Coca-Cola aveva un ruolo centrale

L'attore Jon Cryer, che ha fatto un provino per il ruolo di Marty, ha parlato del finale originale della pellicola

Ci sono diversi motivi d'interesse intorno all'edizione in 4K Ultra HD della trilogia di Ritorno al futuro, che uscirà il 21 ottobre del 2020. Non una data casuale, bensì proprio il Back to the Future Day, il giorno in cui Marty McFly arriva nel 2015 con la Delorean.

Tra questi c'è il provino per il film di un Ben Stiller 19enne, di cui finora non si sapeva niente. Si potrà inoltre vedere l'audizione di Jon Cryer, attore noto per la sitcom Due uomini e mezzo e per il film anni '80 Bella in rosa, per la parte di Marty McFly.

Su Twitter, Jon Cryer ha intanto anticipato alcuni particolari riguardanti il suo provino per il ruolo poi andato inizialmente a Eric Stoltz, in seguito sostituito da Michael J. Fox, e sulla sceneggiatura originale scritta da Bob Gale e Robert Zemeckis. L'attore ha rivelato che il protagonista avrebbe dovuto suonare il tema musicale di Incontri ravvicinati del terzo tipo con la chitarra mentre era impegnato a piratare una videocassetta VHS del film diretto da Steven Spielberg.

Jon Cryer racconta poi che la macchina del tempo inizialmente non sarebbe dovuta essere l'iconica DeLorean e per tornare nella sua epoca Marty avrebbe avuto bisogno della Coca-Cola per provocare un'esplosione e attivare il processo di fissione nucleare.


Nel finale del copione originale, quando Marty apre la bottiglia di Coca-Cola, questa esplode e così comprende che, per poter tornare nel futuro, deve sopravvivere all'esplosione nucleare. Il protagonista si nasconde allora nel frigorifero dove ha trovato la Coca-Cola e fa ritorno nella sua epoca.


Onestamente, preferiamo il finale con la DeLorean che è stato scelto per la versione definitiva di Ritorno al futuro.


PH: Getty Images