Jensen Ackles: il nuovo look anticipa quello di Soldier Boy in The Boys 3?

La star di Supernatural ha pubblicato degli scatti sui social che potrebbero svelare l'aspetto del suo prossimo personaggio

Stanno facendo il giro del web un paio di scatti che mostrano il nuovo sorprendente look di Jensen Ackles. Lo storico interprete di Dean Winchester nella longeva serie fantasy Supernatural, che ha terminato la sua corsa lo scorso novembre dopo 15 stagioni, sarà presto una delle star di un altro show molto popolare e c'è chi ipotizza che le foto possano essere un'anticipazione dell'aspetto del suo prossimo personaggio.

Jensen Ackles sarà l'interprete di Soldier Boy nella terza stagione di The Boys, la serie sui supereroi, spesso non proprio dei modelli da seguire, creata da Eric Kripke, già autore di Supernatural.

Il suo personaggio non promette di essere uno dei buoni. Tutt'altro. In un'intervista con Variety, Eric Kripke ha anticipato che potrebbe essere persino peggio di Patriota, lo spietato supereroe interpretato da Antony Starr: “Tutti quelli che pensano che Jensen interpreti uno dei buoni rimarranno parecchio delusi. Nei fumetti, direi che il suo personaggio è principalmente un incompetente succube di Patriota. Ma per come lo stiamo inserendo nello show, avremo davvero modo di parlare della storia della Vought, perché lui è un po' come John Wayne. È uno di quei tipi che è stato presente nel corso di decenni della storia della compagnia ed è stato praticamente Patriota prima che arrivasse Patriota. Quindi proviene da un'era diversa, ma è pieno di ego e ambizione,che danno semplicemente una vibe diversa, proprio perché d'altri tempi”.

Al momento non sappiamo molto altro di Soldier Boy. Jensen Ackles potrebbe però averci regalato uno “spoiler” del suo look, con un paio di selfie postati sui social, in cui si presenta con barba incolta e capelli in crescita. Un assaggio del suo aspetto in The Boys 3, le cui riprese sono attualmente in corso in Canada, oppure è soltanto il look da quarantena dell'attore?


Foto d'apertura: Getty Images