Bayside School: Dustin Diamond, l'interprete di Screech, è ricoverato in ospedale

L'attore della serie cult anni '90 starebbe lottando contro il cancro

Uno dei protagonisti di una delle serie adolescenziali più cult degli anni '90 sta vivendo un momento molto difficile. Dustin Diamond, lo storico interprete di Screech nella sitcom Bayside School, è stato ricoverato in ospedale.

Secondo quanto riporta il sempre bene informato sito scandalistico TMZ, nel corso dell'ultimo weekend l'attore 44enne si è lamentato per il dolore in varie parti del corpo, oltre a un malessere generale. Dustin Diamond è stato così ricoverato d'urgenza in un ospedale della Florida e i primi test effettuati hanno rilevato la presenza di un tumore.

I medici stanno comunque ancora attendendo i risultati di una biopsia, per poter confermare le prime ipotesi. Stando a quanto scrive il sito, nella storia clinica della famiglia dell'attore ci sarebbero dei precedenti, che sembrano poter confermare la diagnosi. La madre di Diamond è infatti morta di cancro al seno. I suoi rappresentanti hanno commentato la notizia affermando: “È una cosa seria, ma non sappiamo ancora quanto seria”.

Negli scorsi mesi, Dustin Diamond aveva dichiarato che avrebbe partecipato volentieri al revival della serie, il cui titolo originale è Saved by the Bell, e in cui sono stati coinvolti alcuni altri volti storici dello show come Mark-Paul Gosselaar, Tiffani Thiessen, Mario Lopez ed Elizabeth Berkley, ma non lui.

L'attore aveva detto: “Ero una delle persone presenti in ogni puntata. Ero letteralmente in ogni episodio. Di tutti i membri del cast, ero quello più presente. E ora non è più così. Non appaio nel nuovo progetto. E come si può realizzare Bayside School senza Screech? Giusto? Sembra un'opportunità persa”. Riguardo a come immaginava oggi il personaggio di Samuel Powers detto Screech, aveva quindi aggiunto: “Secondo me ora sta affrontando i problemi legati all'essere un genitore, ai suoi figli e allo scoprire che ora ha a che fare con un piccolo Screech. E forse non è stato molto semplice gestirlo mentre stava crescendo, quindi si renderà conto: 'Ma io sono stato così difficile?'”.