Olivia Newton-John: “Il cancro non è una condanna a morte, per me è stato un dono”

“Non penso a me stessa come malata di cancro e non voglio vederla nemmeno come una lotta, perché non mi piace la guerra. Lo vedo come il viaggio della mia vita.”

Olivia Newton-John ci aggiorna sulle sue condizioni di salute e sul suo stato d'animo attuale. L'iconica interprete di Sandy Olsson in Grease è alla sua terza diagnosi di cancro, ma in una recente intervista concessa al The Guardian ha dichiarato: “Sto bene, sono forte. Penso che sia molto importante mantenere un messaggio positivo nella tua testa. Sai, se hai un momento difficile, la musica è sempre un grande guaritore. Se pensi: 'Povero me' o 'Sono malato', allora starai male”.

L'attrice 72enne ha scoperto che la malattia era tornata nel 2017. Al riguardo, ora racconta: “È stato parte della mia vita per così tanto tempo, ho sentito subito che qualcosa non andava. È preoccupante quando torna, ma poi ho pensato: 'Lo supererò di nuovo'”.

Nel 2018 ha affrontato un periodo molto difficile: “Ero così debole. Avevo un deambulatore, un bastone e delle stampelle, ma ora cammino di nuovo”. Adesso si considera “fortunata” perché ha “un marito meraviglioso al mio fianco e mia figlia che viene a farmi visita. Penso che ogni giorno sia una benedizione. Non sai mai quando il tuo tempo finirà. Abbiamo tutti un tempo limitato su questo pianeta e dobbiamo solo esserne grati. Invecchiando, acquisisci saggezza. Ti rendi conto che ce la farai e sopravviverai. Come la pandemia: queste cose accadono, ma la vita va avanti”.

Olivia Newton-John ha quindi aggiunto: “Non penso a me stessa come malata di cancro e non voglio vederla nemmeno come una lotta, perché non mi piace la guerra. Non mi piace combattere ovunque sia. Lo vedo come il viaggio della mia vita. Mi ha dato uno scopo e mi ha insegnato molto sulla compassione. Il cancro non è una condanna a morte. È stato un dono. Non lo auguro a nessun altro, ma per me è stato importante nella mia vita”.

La star di Grease ha inoltre affermato di avere trovato sollievo grazie all'uso della cannabis terapeutica: “All’inizio ero nervosa, ma ho potuto vedere i vantaggi una volta che ho iniziato a usarla. Aiuta con l’ansia, col sonno, col dolore”.

Con la sua associazione, la Olivia Newton-John Foundation, l'attrice finanzia la ricerca sulle terapie olistiche per il cancro, ma ci tiene comunque a sottolineare che la medicina tradizionale non dev'essere evitata o sostituita: “Non sto dicendo a nessuno di fare nulla. Voglio solo fare la ricerca e scoprire quali cose funzionano”.

PH: Getty Images