Christopher Nolan non vuole sedie sul set: Anne Hathaway svela il motivo

Non solo telefoni cellulari, il regista dell'atteso Tenet ha messo al bando pure le sedie

Sono numerosi i registi che non possono vedere sul set dei loro lavori i telefoni cellulari. Ce n'è però uno che vieta anche l'utilizzo delle... sedie. Stiamo parlando di Christopher Nolan.

La rivelazione di questa “stranezza” del regista è arrivata da Anne Hathaway nel corso di una chiacchierata via webcam realizzata per Actors on Actors, la rubrica YouTube di Variety.


Insieme i due attori hanno girato Les Misérables di Tom Hooper. Entrambi inoltre hanno avuto occasione di lavorare con Christopher Nolan, sebbene in film differenti. Lui per The Prestige, lei per Il cavaliere oscuro - Il ritorno e per Interstellar.

Durante la loro conversazione, Hugh Jackman ha dichiarato: “Ci sono due registi con cui ho lavorato che non vogliono cellulari sul set: Darren Aronofsky e Denis Villeneuve. Entrambi per lo stesso motivo: si tratta di intenzionalità. Tutti e due considerano lo spazio sacro. Se hai un cellulare, ciò dissiperà l’energia”.

Anne Hathaway ha replicato specificando: “Non vorrei contraddirti, ma hai lavorato con tre registi che non vogliono cellulari: c’è anche Christopher Nolan”. Dopodiché ha rivelato: “Chris non permette l'uso di sedie. Ho lavorato con lui due volte. Non permette che ci siano sedie sul set e il motivo è che se vedi una sedia ti siedi e, se sei seduto, non stai lavorando. Realizza film incredibilmente ambiziosi dal punto di vista tecnico ed emotivo. Rispetta sempre i tempi di lavorazione e il budget, credo che questo sia collegato al fatto delle sedie”.

Riguardo a Nolan, prossimamente in arrivo nei cinema mondiali con il suo nuovo atteso e causa Coronavirus più volte rimandato Tenet, la Hathaway ha poi aggiunto: “L’intero approccio cinematografico di Chris è uno dei miei preferiti. Lo ha ridotto a una sintesi, nonostante i suoi film siano così ricchi… colossali. È una combinazione tra l’essere ispirati e l’essere pienamente convinti di ciò che si sta facendo”.

PH: Getty Images