James Bond si arrende al Coronavirus: uscita di No Time to Die posticipata

La pellicola con Daniel Craig per l'ultima volta nei panni di 007 uscirà nei cinema mondiali a novembre

Persino l'agente 007 si è dovuto arrendere al Coronavirus. A causa dell'emergenza sanitaria che sta ormai coinvolgendo tutto il mondo, l'uscita di No Time to Die è stata posticipata di diversi mesi.

L'arrivo della nuova pellicola con Daniel Craig per l'ultima volta nei panni di James Bond sarebbe dovuta uscire il 2 aprile nel Regno Unito e il 9 aprile in Italia. Adesso è stata invece rimandata a novembre.

Il profilo Facebook ufficiale italiano della saga fa sapere che: “MGM, Universal e i produttori di Bond, Michael G Wilson e Barbara Broccoli, hanno annunciato oggi, dopo un'attenta valutazione e attraverso l'analisi del mercato cinematografico globale, che l'uscita di NO TIME TO DIE sarà posticipata a Novembre 2020. Il film uscirà nel Regno Unito il 12 Novembre, 2020, seguiranno le altre date internazionali tra cui il lancio USA il 25 novembre, 2020”.


Giusto poche ore prima, attraverso una lettera aperta, i fan della saga avevano chiesto ai produttori di rimandare l'uscita del film: “Con il Coronavirus che si avvicina a diventare un’effettiva pandemia, è arrivato il momento di mettere la salute pubblica prima delle agende dettate dal marketing e dei costi che si originano dalla cancellazione di eventi pubblici. Rimandate l’uscita di No Time To Die all’estate, periodo in cui, secondo gli esperti, l’epidemia avrà già raggiunto il picco e sarà sotto controllo. È solo un film. La salute e il benessere dei fan in tutto il mondo e delle loro famiglie è più importante. Abbiamo atteso 4 anni per vedere questo film. Aspettare una manciata di mesi in più non danneggerà la qualità del film e, anzi, non farà altro che aiutare il box office dell’ultimo film con Daniel Craig nei panni di James Bond”.

Una richiesta che ora è stata accolta. Cosa ne pensi di questa decisione?

PH: Getty Images