Addio ad Andrea Camilleri, il “papà” di Montalbano

Autore di oltre centro libri, tra cui quelli del popolare commissario, il grande scrittore se n'è andato all'età di 93 anni

Purtroppo non ce l'ha fatta. A distanza di un mese dal suo ricovero all'ospedale Santo Spirito di Roma per un arresto cardiorespiratorio, avvenuto lo scorso 17 giugno, è venuto a mancare all'età di 93 anni Andrea Camilleri.

Lo scrittore, ma anche sceneggiatore, regista, drammaturgo e insegnante, era conosciuto al grande pubblico soprattutto come il "papà" del commissario Montalbano, uno dei personaggi più celebri della letteratura, e pure del piccolo schermo, italiani degli ultimi decenni.

Il personaggio è "nato" nel 1994, quando ha fatto la sua prima apparizione ne La forma dell'acqua. Da allora il commissario Salvo Montalbano, il cui cognome è un omaggio allo scrittore spagnolo Manuel Vázquez Montalbán, è stato protagonista di una trentina di romanzi e di alcune raccolte di racconti. Ha inoltre dato vita a una serie televisiva molto amata e seguita dal pubblico, Il commissario Montalbano, partita nel 1999, ideata dallo stesso Camilleri e in cui i panni del commissario sono indossati da Luca Zingaretti. E pensare che le sue vicende si sarebbero dovute fermare al secondo romanzo. Così, per fortuna, non è stato.

In totale Andrea Camilleri ha pubblicato oltre cento libri ed era un uomo dotato di una notevole dose d'ironia. Al mondo della cultura italiana, e agli italiani in generale, mancherà parecchio.

PH: Getty Images