Tatuaggi: le parti del corpo in cui fa più male tatuarsi

Ecco le zone del corpo che è meglio evitare, almeno se non si vuole soffrire troppo

Fare un tatuaggio fa male? È la domanda che, almeno una volta nella vita, si è posto chiunque non ne abbia mai fatto uno. O chiunque nel momento in cui si appresta a fare il suo primo tattoo. Quindi, qual è la fatidica risposta?

La risposta è che non c'è una risposta. Non una universalmente valida. Il dolore è infatti qualcosa di molto soggettivo e varia secondo la sensibilità di ognuno. Questo almeno è quanto possiamo affermare in maniera diplomatica. La verità comunque è che ci sono parti del corpo in cui può risultare parecchio più doloroso farli, se non altro per la maggior parte delle persone. Quali sono? Andiamo a scoprirlo.

#1 Stomaco e costato

Ci sono zone in cui il dolore tende a scomparire. Bene, anzi male, stomaco e costato non fanno parte di questa categoria. Per niente. In queste parti il dolore è continuo e non si riesce a trovare sollievo nemmeno facendo respiri profondi. Insomma: una parte consigliata soltanto ai più temerari. O insensibili.

#2 Volto

Ultimamente i tattoo sulla faccia sono diventati parecchio di tendenza. Tutto merito, o se preferite tutta colpa, dei trapper? Probabilmente sì. Se volete un look alla Post Malone, dovete comunque sapere che il volto è tra le parti più delicate. Ma se come un trapper volete apparire, un poco dovete soffrire.

#3 Mani e dita

In questo caso siamo in territorio più da rocker, ma c'è da sapere che il dolore non è poi così inferiore a quello provocato in faccia. Il motivo? A rendere dolorosa l'esperienza di un tatuaggio su mani e dita contribuiscono le ossa ravvicinate, la pelle sottile e i nervi. Si tratta inoltre di zone poco amate dagli stessi tatuatori, che le considerano parti scomode in cui lavorare. Come racconta il tattoo artist Kevin Garetz: “Ci laviamo le mani in continuazione e non ci sono pelle o carne a sufficienza per garantire la corretta presa dell’inchiostro”.

#4 Piedi e ginocchia

Altre parti del corpo che è meglio evitare sono i piedi, visto che sono tra le zone meno grasse del corpo e quindi l’ago incontra quasi sempre le ossa. Poco consigliabili anche le ginocchia, davanti per via della pelle sottile, così come dietro a causa di nervi e articolazioni. È preferibile scegliere zone con più muscoli e grasso, in grado di attenuare il dolore.

#5 Ascelle

Una parte del corpo in passato poco usata, ma che di recente sta salendo tra i posti “trendy” per i tatuaggi, soprattutto per la loro notevole discrezione. Solo che c'è un ma: la zona è parecchio delicata perché la pelle è molto sottile e i linfonodi sottostanti sono particolarmente sensibili.

Questo per avvertirvi di quali sono le zone più dolorose. Ci sono altre parti del corpo invece che sono maggiormente indicate, almeno per chi non vuole soffrire troppo, come il polso, l'avambraccio, la coscia, la clavicola, il polpaccio e i fianchi. Per scoprire qualcosa in più sul mondo dei tatuaggi vi invitiamo comunque a seguire Ink Master, l'avvincente reality show condotto da Dave Navarro che propone le sfide tra alcuni dei migliori tatuatori al mondo. Gli episodi sono anche disponibili in streaming qui sul nostro sito. Lo spettacolo è garantito e in questo caso senza alcuna sofferenza, promesso.


PH: Paramount Network