Quentin Tarantino svela i suoi film del 2019 preferiti

Nelle prime tre posizioni sono presenti ben due horror

Com'è ormai consuetudine, Quentin Tarantino sta preparando la lista dei suoi film dell'anno preferiti. In attesa di scoprire l'elenco completo, sono cominciate a trapelare alcune anticipazioni sui titoli che compariranno al suo interno. In pratica è arrivato un teaser della classifica vera e propria.

Il regista di Pulp Fiction e del recente C'era una volta a... Hollywood ha rivelato le sue prime tre posizioni per quanto riguarda il 2019 nel corso di una chiacchierata con Erick Weber, reporter di Awards Ace.

Al primo posto ci sarà uno dei film più acclamati e discussi del momento: The Irishman, l'ultimo gangster movie diretto da Martin Scorsese con Robert De Niro, Al Pacino e Joe Pesci.

In seconda e in terza posizione ci saranno invece due horror, Crawl - Intrappolati di Alexandre Aja, il cui apprezzamento era già stato svelato da Quentin Tarantino negli scorsi giorni, e Doctor Sleep, il sequel di Shining girato da Mike Flanagan.


Due scelte queste ultime che confermano l'amore del regista nei confronti del genere. Durante una recente intervista, Tarantino aveva dichiarato che il suo decimo e in teoria ultimo film potrebbe essere proprio un film dell'orrore: “Se trovo una storia davvero terrificante, quello potrebbe essere il mio decimo film. Adoro gli horror, mi piacerebbe girarne uno. Credo che la sequenza nello Spahn Ranch (in C'era una volta a... Hollywood nda) sia quanto di più vicino a una scena horror io abbia girato, perché è vagamente terrificante. Non avevo realizzato quanto fosse buona, finché non me lo ha detto il mio montatore. Il mio montatore mi ha detto: 'La scena allo Spahn Ranch è un film horror.' 'Oh, davvero? Funziona? È buona?' E lui: 'No, no, no, Quentin, non capisci. È Non aprite quella porta con un budget. È come se Brad Pitt entrasse in Non aprite quella porta. È terrificante.' È il più bel complimento che mi potesse fare”.

Per scoprire i suoi altri film favoriti dell'anno, non ci resta invece che attendere la chart completa.

PH: Getty Images