Dean Stockwell è morto: addio all'attore della serie In viaggio nel tempo

Nel corso della sua lunga carriera è stato nominato agli Oscar ed è stato premiato due volte al Festival di Cannes

Il piccolo e il grande schermo perdono un attore di grande talento. È morto all'età di 85 anni Dean Stockwell, conosciuto soprattutto per la serie TV cult In viaggio nel tempo, ma non solo.

Dean Stockwell è venuto a mancare nella sua casa di Los Angeles per cause naturali. La triste notizia è stata confermata dalla famiglia dell'attore statunitense al sito d'intrattenimento Deadline.

Nato nel 1936 a Hollywood, Stockwell ha iniziato la sua carriera negli anni '40 all'età di 7 anni come attore bambino, prendendo parte al musical Due marinai e una ragazza (Canta che ti passa), al fianco delle star Frank Sinatra e Gene Kelly. La prima popolarità è poi arrivata con tre film in cui è stato promosso protagonista: Il ragazzo dai capelli verdi, Il giardino segreto e Kim.

Dopo essersi allontanato dal mondo del cinema per alcuni anni, è ritornato da adulto nel 1959 in Frenesia del delitto, con cui al Festival di Cannes si è aggiudicato il Premio per la migliore interpretazione maschile. Riconoscimento ottenuto anche nel 1962, grazie alla sua interpretazione ne Il lungo viaggio verso la notte di Sidney Lumet, diventando il primo attore a vincere più volte questo premio. Dopo di lui, è un onore toccato soltanto a Marcello Mastroianni e a Jack Lemmon.

Tra gli anni '70 e '90 Dean Stockwell si è segnalato soprattutto come attore caratterista e ha collaborato con diversi grandi registi. Ha recitato per David Lynch in Dune e in Velluto blu, per Wim Wenders in Paris, Texas, per Francis Ford Coppola in Tucker - Un uomo e il suo sogno e in L'uomo della pioggia - The Rainmaker, e per Robert Altman ne I protagonisti. Nel 1989 ha conquistato la nomination agli Oscar come miglior attore non protagonista per Una vedova allegra... ma non troppo, recitato con Michelle Pfeiffer e Matthew Modine. Tra i suoi film più noti ricordiamo anche Beverly Hills Cop II - Un piedipiatti a Beverly Hills II.

Il suo ruolo probabilmente più celebre è quello dell'ammiraglio di origini italiane Al Calavicci nella serie TV fantascientifica In viaggio nel tempo, dove affiancava il protagonista Scott Bakula. Una parte con cui ha ottenuto 4 nomination agli Emmy Awards. In seguito ha ricoperto ruoli ricorrenti anche in JAG - Avvocati in divisa e in Battlestar Galactica.

Dopo essersi ritirato dalla recitazione nel 2015, ha iniziato una carriera da artista, esponendo negli Stati Uniti con il suo nome completo, Robert Dean Stockwell. Chi gli era vicino lo descrive come un ribelle che amava recitare, ridere, fumare sigari e giocare a golf. Lascia sua moglie, Joy Stockwell, e i loro due figli, Austin Stockwell e Sophie Stockwell.