Larry Kramer: è morto l'autore di The Normal Heart attivista della lotta all'AIDS

Il drammaturgo e sceneggiatore nominato agli Oscar è morto a 84 anni per una polmonite

Sceneggiatore nominato agli Oscar, drammaturgo di notevole talento e da sempre in prima linea nella lotta all'AIDS. Si è spento all'età di 84 anni Larry Kramer.

Nato nel 1935 a Bridgeport, in Connecticut, negli anni '60 ha vissuto a Londra, dove ha prodotto e partecipato alla scrittura del film Girando intorno al cespuglio di more (Here We Go Round the Mulberry Bush). Nel 1969 ha scritto la sceneggiatura nominata agli Oscar di Donne in amore (Women in Love), pellicola diretta da Ken Russell.

A partire dagli anni '70 è stato in prima linea tra i sostenitori dei diritti degli omosessuali e nel 1978 ha pubblicato Faggots, best seller tra i romanzi a tematica gay. Quando l'epidemia di AIDS ha avuto inizio, nei primi anni '80, Larry Kramer viveva a New York e ha pubblicato sul tema una serie di articoli nel settimanale gay New York Native, tra cui il celebre pezzo intitolato 1,112 and Counting (1112, e in crescita), in cui chiedeva un'azione urgente in risposta all'emergenza sanitaria.

Kramer è stato inoltre uno dei fondatori del Gay Men's Health Crisis, un'organizzazione di lotta contro l'AIDS ancora oggi attiva, e di AIDS Coalition to Unleash Power (ACT UP), un'altra organizzazione di lotta e protesta sull'AIDS, di cui di recente si è parlato nel film 120 battiti al minuto.

Proprio sul tema dell'AIDS, nel 1985 ha scritto la sua opera teatrale più celebre, The Normal Heart, che ha avuto oltre 600 messe in scena nel mondo ed è anche diventata un film per la televisione diretto da Ryan Murphy, interpretato tra gli altri da Mark Ruffalo, Matt Bomer e Julia Roberts, e sceneggiato dallo stesso Larry Kramer.

Negli anni '90 gli è stata diagnostica l'infezione del virus HIV e ha scritto il sequel di The Normal Heart, il dramma The Destiny of Me, con cui è stato candidato al Premio Pulitzer. Attualmente stava lavorando a un nuovo testo teatrale, Un esercito di amanti non deve morire, dedicato “a tutti quegli omosessuali costretti ad attraversare tre diverse epidemie: quella dell’HIV/AIDS, quella del COVID-19 e quella della vecchiaia”.

Larry Kramer è morto a Manhattan per una polmonite. Il triste annuncio è stato dato da suo marito, l'architetto David Webster, che aveva sposato nel 2013.

PH: Getty Images