Kate Winslet torna a parlare di Woody Allen: “Non avrei dovuto girare quel film”

L'attrice premio Oscar è ritornata sulle sue parole che negli scorsi giorni hanno fatto discutere

Hanno fatto discutere parecchio le dichiarazioni fatte da Kate Winslet negli scorsi giorni. L'attrice di Titanic aveva dichiarato in un'intervista a Vanity Fair il suo rimpianto per aver lavorato con Woody Allen e Roman Polanski, registi celebri non solo per i loro film, ma anche per essere stati al centro di controversi scandali sessuali.

Kate Winslet adesso ha ribadito il suo rimpianto. Non di aver fatto quelle dichiarazioni, ma di aver accettato di girare dei film con loro.

Nel corso di una nuova intervista rilasciata questa volta a Variety, sempre in occasione del lancio della sua nuova pellicola Ammonite, l'attrice premio Oscar ha parlato in particolare del suo rimpianto di aver recitato ne La ruota delle meraviglie, film di Woody Allen del 2017: “Viviamo in un periodo in cui siamo consapevoli di quanti aerei prendiamo, per esempio, o di cose che abbiamo fatto nel passato e vorremmo avere la possibilità di tornare indietro e farle in modo diverso. E voglio semplicemente un po' di integrità ed essere in prima linea dicendo: 'Sapete cosa? Probabilmente non avrei dovuto farlo.' E quindi ciò che ho detto a Vanity Fair è davvero ciò che penso: lo rimpiango. Lo rimpiango davvero”.

Kate Winslet ha ricordato di aver cominciato a rimpiangere quella scelta già nel corso del tour promozionale de La ruota delle meraviglie: “Durante gli incontri con la stampa sono diventata incredibilmente consapevole del fatto che forse non avrei dovuto girare quel film. Ma ciò che era significativo per me, è che questi sono individui che sono stati celebrati, lodati e hanno ricevuto pacche sulle spalle per decenni in questo settore. E quindi si è offerta agli attori l'idea che si trattasse di persone con cui va bene lavorare. Ma ora, ovviamente, sento che posso dire: 'Non avrei dovuto girare quel film'”.

PH: Getty Images