J. K. Rowling di nuovo nella bufera: ecco perché #RIPRowling è in trend

Nuove accuse nei confronti della “mamma” di Harry Potter

Nuove accuse di transfobia nei confronti della “mamma” di Harry Potter. J. K. Rowling nelle ultime ore è finita in trend su Twitter con l'hashtag #RIPRowling. Il motivo?

Non si tratta di uno di quei casi in cui una celebrità viene data morta per finta sul web. Secondo alcuni suoi fan, o meglio ex fan, a essere deceduta è piuttosto la sua carriera.

Tutto è nato quanto il sito PinkNews ha pubblicato un titolo in cui veniva riassunta la trama del suo nuovo libro, Troubled Blood, scritto dietro allo pseudonimo di Robert Galbraith. Il romanzo esce proprio oggi, martedì 15 settembre, nelle librerie della Gran Bretagna e parla delle indagini del detective Cormoran Strike alle prese con Dennis Creed, un serial killer uomo che si veste da donna per uccidere le sue vittime.

Il titolo dell'articolo è: “L’ultimo libro di J.K. Rowling riguarda un assassino uomo cisgender che si veste da donna per uccidere le sue vittime”. All'interno del pezzo, che cita una recensione del Telegraph, la morale del romanzo sembra essere: “Mai fidarsi di un uomo che si traveste da donna”.

Naturalmente ciò ha provocato nuove accuse di transfobia nei confronti di J. K. Rowling, cosa già successa negli scorsi mesi a causa di alcune sue discusse dichiarazioni, da cui avevano preso le distanze anche alcuni attori della saga cinematografica di Harry Potter come Daniel Radcliffe ed Emma Watson.

È così che su Twitter è nato l’hashtag #RIPRowling. Chi continua a sostenere la Rowling ha invece rilanciato l'hashtag #IstandWithJKRowling. Il giornalista Nick Cohen dell'Observer ha inoltre consigliato, prima di giudicare, di leggere il libro fino alla fine: “Ho letto l’ultimo romanzo di Strike e l’accusa che sia anti-trans è una totale cavolata. Non posso dirvi il perché senza rovinarvi il finale ma, fin quando non lo leggerete, e dovreste farlo, dovrete fidarvi di me: è una cavolata. È tuttavia molto femminista, perciò alcuni dei nemici di JK lo odieranno per questo motivo”.


Le polemiche sono quindi destinate a proseguire e, per la promozione del romanzo, potrebbe anche non essere una cosa poi così negativa.

PH: Getty Images