04 marzo 2019

Addio a Keith Flint, il cantante dei Prodigy

Il frontman della band elettronica è stato trovato senza vita nel suo appartamento, aveva 49 anni

 

Lutto nel mondo della musica e brutto colpo soprattutto per gli amanti delle sonorità dance ed elettroniche anni '90. Ci ha lasciati all'età di 49 anni Keith Flint, il cantante dei Prodigy.

 

Flint ha fondato la band britannica nel 1990 insieme a Liam Howlett, che ha incontrato durante un rave party, e insieme anche a Maxim e a Leeroy Tornhill. Inizialmente figurava nel gruppo come ballerino, ma a partire dal 1996 è diventato pure il vocalist, con la sua folgorante interpretazione in Firestarter. Un brano, e un video, tra i più iconici degli anni '90, che hanno trasformato i Prodigy da band di culto ad autentico fenomeno internazionale.

Keith Flint ha cantato anche in altri brani storici del gruppo noto per i suoi potenti suoni techno e big beat, tra cui la hit Breathe.

Il cantante è stato trovato senza vita nella sua casa nell'Essex. Le cause del suo decesso al momento non sono state rese note. Un portavoce della polizia dell'Essex al tabloid The Sun ha fatto sapere: “Siamo stati chiamati per le condizioni preoccupanti di un uomo a un indirizzo di Brook Hill, North End, poco dopo le 8:10 di lunedì. Siamo arrivati e, purtroppo, abbiamo dovuto dichiarare morto un uomo di 49 anni. I suoi parenti più prossimi sono stati informati. La morte non viene trattata come sospetta e verrà preparato un dossier per il medico legale”.

 

PH: Getty Images