24 maggio 2019

Emilia Clarke spiega perché ha detto no a Cinquanta sfumature

Dopo quelle presenti in Game of Thrones, l'attrice non voleva ripetere altre scene di sesso

 

Ci sono ruoli che definiscono una carriera. Emilia Clarke ne ha trovato di certo uno iconico, interpretando Daenerys Targaryen nella da poco conclusa, non senza critiche e polemiche, serie Game of Thrones. Avrebbe però potuto ottenere un'altra parte in una delle saghe cinematografiche più celebri e discusse degli ultimi anni.

 

Alla Clarke era stato inizialmente offerto il ruolo di Anastasia Steele in Cinquanta sfumature di grigio diretto da Sam Taylor-Johnson, in seguito andato a Dakota Johnson. La star de Il Trono di Spade ha però risposto di no. Il motivo?

via GIPHY

Nel corso di una nuova intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, Emilia ha parlato dei suoi piani futuri. Ora che Game of Thrones si è concluso, non ha voglia di partecipare a un'altra saga: “Non vorrei prendere parte a qualcosa che potrebbe avere, tipo: ‘E poi due, poi tre e poi quattro’”.

 

A questo punto il discorso si è spostato sulla trilogia di Cinquanta sfumature. La ragione per cui alcuni anni fa ha rifiutato il ruolo della protagonista femminile non è però legato al fatto che fossero già inizialmente previsti tre capitoli: Cinquanta sfumature di grigio, di nero e di rosso. Il problema erano le numerose scene di sesso presenti che, dopo quelle già interpretate in Game of Thrones, non voleva ripetere.

 

Emilia Clarke ha spiegato: “Sam Taylor-Johnson è una maga. La amo e penso che la sua visione delle cose sia magnifica. Ma l'ultima volta che sono stata nuda in una scena è stato molto tempo fa e da allora l'unica domanda che mi viene fatta è su quella, solo perché sono donna. Ed è terribilmente fastidioso, perché ho girato quella scena per il personaggio, non perché qualcuno potesse mettersi a controllare come sono fatte le mie tette, per l'amor di Dio!”.

via GIPHY

L'attrice di Io prima di te ha poi aggiunto: “Dire di sì a Cinquanta sfumature, in cui tutto è basato sulla sensualità e sul sesso e sul nudo e su tutte quelle cose, sarebbe stato come mettersi volontariamente in una situazione del genere e, quindi, non essere mai più in grado di guardare qualcuno negli occhi e dire: 'No, non puoi continuare a farmi domande su questo'”.

 

Questo per quanto riguarda il passato. A proposito del futuro, invece, Emilia Clarke prossimamente sarà nell'action-thriller di Philip Noyce Above Suspicion e a Natale arriverà nei cinema con la romcom Last Christmas.

 

PH: Getty Images